Articoli con Tag ‘locanda del glicine’

La sfida

Posted by Luca Risso on 1 August 2011 in Vino


La sfida è lanciata (piccola sfida invero). Riuscirà il Rossese di Dolceacqua vincitore per la #SociaList a conquistare il gradimento degli avventori della Locanda del Glicine in Toscana,  terra di Montecucco, BrunelloMorellino e cento altri mostri sacri?

Read the rest of this entry

#sociaList & #rossese2011

Posted by Luca Risso on 23 May 2011 in Degustazioni di vino

Dovendo rinnovare la carta dei vini del suo ristorante la Locanda del Glicine,  Marco Monaci (anche produttore di Montecucco DOC con la Cantina Pieve Vecchia ) ha pensato di coinvolgere blogger e appassionati della rete per suggerire prodotti validi e garantiti. Lasciamo raccontare a lui questa iniziativa chiamata #sociaList:

“In questo periodo abbiamo più che mai sentito l’esigenza di mettere mano alla nostra “toscanissima” carta dei vini della Locanda e, per farlo, abbiamo deciso di rivolgerci al popolo della rete, con l’obiettivo di creare una mappatura il più completa possibile dei più importanti terroir d’Italia.
A partire dal 23 Maggio fino al 30 Maggio 2011, i vini scelti dai blogger, grazie a #SociaList, concorreranno  per essere inseriti nella nuova carta dei vini della Locanda del Glicine. Saranno gli utenti a decretare per ciascun terroir o DOC selezionata il vincitore attraverso il voto!
#SociaList è un gioco, un modo divertente di coinvolgere la comunità di internet nella partecipazione attiva alla vita di chi fa vino e ristorazione, per far parlare di vino e di vini

A me è spettata la responsabilità di scegliere un terroir ligure di pregio e i suoi vini più rappresentativi.

Ho scelto dunque le terre del ponente ligure e il  Rossese di Dolceacqua, prodotto sugli stretti terrazzamenti ora calcarei ora argillosi delle valli Nervia e Verbone, schiacciati tra le Alpi Liguri e il mare, che fonde in sè il carattere dei vini solari e la finezza dei climi freschi.  Il Rossese deve esprimere un colore rubino brillante ma trasparente e mai impenetrabile. Deve avere profumi di frutti di bosco, floreali e sfumature marine/iodate. Deve avere una beva invitante, mai pesante ma persistente.

Ho scelto per rappresentare la denominazione sei etichette, tre base del millesimo 2010 e tre superiori del 2009.  Non lasciatevi ingannare perché le differenze tra le versioni base e superiore non sono così evidenti quando il produttore è valido.

Le bottiglie sono state tutte assaggiate nel recente “Educational I Tesori della Riviera” e rappresentano per me le migliori espressioni del Rossese. Ecco la lista:

  • Rossese di Dolceacqua 2010 Maccario Dringemberg
  • Rossese di Dolceacqua 2010 Poggi dell’Elmo
  • Rossese di Dolceacqua 2010 Kà Manciné, Galeae
  • Rossese di Dolceacqua 2009 Superiore Foresti, Luvaira
  • Rossese di Dolceacqua 2009 Superiore Terre Bianche, Bricco Arcagna
  • Rossese di Dolceacqua 2009 Superiore Tenuta Anfosso, Poggio Pini

Cosa dovete fare adesso? Semplice:  votate il vostro preferito. Avete tempo fino al 30 Maggio. Si può votare nei seguenti modi:

  • apponendo un commento in questo post,
  • apponendo un commento nel link automatico a questo post su Facebook,
  • pubblicando un tweet su Twitter usando l’hashtag #sociaList,
  • direttamente sul sito apposito.

La bottiglia più votata entrerà infine in carta presso la Locanda del Glicine.

Quindi Votate, Votate, Votate, e fate votare amici, conoscenti e parenti; al diavolo la Par Condicio!

Luk

PS: i vini sopra citati insieme ad altri potranno essere degustati durante Terroir Vino a Genova il 13 Giugno in una grande Degustazione dal Basso, per avvicinare neofiti ed appassionati a questo affascinante prodotto.