Vermentini, Pigati e Vino Lok

Pubblicato da Luca Risso il 11/02/2008 in Tecniche del Vino

Prendo in prestito questo video dal Blogger Eustachio Cazzorla per riaprire la questione spinosa delle chiusure alternative all’amato/odiato tappo in sughero naturale.

Leggere il resto dell’articolo

Carattere

Pubblicato da Luca Risso il 01/02/2008 in Degustazioni di vino

vigne_veggie.jpg

Il carattere è una cosa importante. Penso che nei vini il carattere sia una cosa addirittura fondamentale. Il carattere di un vino è l’interpretazione “valorizzante” di un vitigno e di un territorio, è cioè qualche cosa in grado di esaltare una base comune (vitigno e territorio appunto) attraverso un apporto unico e personale.
Ci sono vini perfetti esteticamente ma privi di carattere. Per fare un esempio concreto penso che un bel copione abbia un carattere migliore se interpretato da Rober De Niro anziché da Gabriel Garko

Leggere il resto dell’articolo

La vigna d’inverno

Pubblicato da Luca Risso il 19/01/2008 in Tecniche del Vino

Lady0002.JPG

Passata la vendemmia, della vigna non parla più nessuno. Piano piano le foglie cadono e rimangono rami spogli e secchi. Piove, nevica, fa freddo. Qualche bella tiepida giornata però c’è sempre, e allora prima o dopo bisogna potare.

Leggere il resto dell’articolo

2008…….

Pubblicato da Luca Risso il 03/01/2008 in Vino e Cibo

bicchiere.jpg
Non mi piace unirmi al coro delle prefiche e dire che tutto va allo sfascio.
E’ vero; viviamo in un paese dove molta gente pensa sia divertente sparare ai bambini la notte di capodanno, o nascondere con i fuochi d’artificio i falò della spazzatura sotto casa; dove il petrolio e conseguentemente la benzina costano come il vino, ma si vendono automobili (preferibilmente molto potenti) come non mai; dove non passa giorno senza che qualche grossa fabbrica chiuda o sposti la produzione altrove e si apra al suo posto un bel centro commerciale; dove la più alta aspirazione (incoraggiata da governanti e sindacati) è quella di andare in pensione il più presto possibile; dove migliaia di piccoli imprenditori e commercianti tengono aperta l’attività non già per convenienza economica, ma solo per orgoglio o per non farsi pignorare la casa dalle banche.
Bene, think positive! Non è vero che tutto va a ramengo; semplicemente tutto evolve, anche se capire la direzione e le leggi che regolano tale evoluzione è un’impresa disperata.

Leggere il resto dell’articolo

E’ Natale…..

Pubblicato da Luca Risso il 12/12/2007 in Vino

vignette.jpg

E’ natale, quindi siamo tutti più buoni.
Nel caso che sabato 15 Dicembre alle ore 17 qualcuno si trovi a Genova dalle parti di Palazzo Ducale, potrà partecipare ad un’asta benefica e acquistare alcune bottiglie di vino dei migliori produttori liguri, etichettate per l’occasione con vignette di famosi disegnatori. Il ricavato sarà devoluto per la realizzazione di un acquedotto in Burundi.

Leggere il resto dell’articolo

Etichette e autocertificazione del vino

Pubblicato da Mike Tommasi il 05/12/2007 in Vino

Segnalo un interessantissimo articolo del mio amico Giampiero Nadali, alias Aristide, a proposito della (retro)etichettatura del vino. Giampiero conosce bene la mia posizione sul tema, ne abbiamo discusso a lungo e siamo sulla stessa lunghezza d’onda, in favore di una trasparenza totale degli ingredienti del vino. Giampiero riporta sul suo blog un’immagine della retroetichetta del Serragghia Bianco Zibibbo Sicilia IGT 2006 di Giotto Bini (distribuzione Velier), vino altrimenti spettacolare secondo tutte le testimonianze.

label.gif

Leggere il resto dell’articolo

Bei Tempi

Pubblicato da Luca Risso il 19/11/2007 in Degustazioni di vino

cdp.jpg

Non (mi) capita molto spesso di bere vini acclamati o addirittura premiati come “Vino dell’anno” addirittura da Wine Spectator. A volte capita e non lo sai, ovvero non sai che stai bevendo un vino che in capo a un paio di anni assurgerà al vertice dell’enologia mondiale, anche se timidamente capisci che si tratta di “roba buona”.

Leggere il resto dell’articolo

Da bere entro un anno…

Pubblicato da Luca Risso il 08/11/2007 in Tecniche del Vino

vinello.jpg

Da bere entro un anno dalla messa in commercio: questa frase è una maledizione enologica. Ogni volta che la leggo mi salta la mosca al naso. La trovate spesso sui depliant delle aziende che vendono vino bianco, sui siti di molti produttori, e purtroppo anche su riviste come l’ultimo numero de Il Mio Vino improvvidamente riferita al Pigato.
Rifuggite i vini che fanno di questa affermazione un tratto distintivo. Boicottate loro ed i loro malaccorti produttori.
Ci sono (poche) lodevoli eccezioni, ma normalmente i vini siffatti sono bevande elaborate da mosti poco diversi dall’acqua zuccherata e a cui probabilmente molto zucchero viene anche aggiunto, i cui profumi derivano esclusivamente (quando va bene) dalla scelta del lievito aromatico giusto , e quindi sono poco stabili nel tempo.
Se poi invece un vino è buono ma si ricorre egualmente a frasi come questa per ragioni commerciali, come auspicio per svuotare in fretta la cantina, allora è anche peggio; andate da quel produttore e fategli “una capa tanta”: il vino buono non deve essere avvilito al rango di bevanda con scadenza.

Luk

Maria Donata Bianchi on line

Pubblicato da Luca Risso il 06/11/2007 in Vino

trV.jpg
Bisogna sempre fare un po’ di festa quando qualcuno “che ne vale la pena” accede (finalmente!) alla rete. Allora festeggiamo il recente debutto on line di una azienda del Ponente ligure, produttrice non solo di ottimi bianchi ma anche di validerrimi rossi. Si chiama Azienda Agricola Maria Donata Bianchi, ma è retta con piglio cesareo da Emanuele Trevia, al quale (ahilui!) non sarà più possibile nascondersi tra i vigneti, una volta noti ai più i suoi riferimenti telematici.

Con sincerità dunque: Benvenuto!

Azienda Agricola Maria Donata Bianchi

di Emanuele Trevia
via Merea – Località Valcrosa – 18010 DianoArentino
Tel. 0183 498233 – Fax 0183 290929
info@aziendagricolabianchi.com

Il vino dei Blogger – Capitolo 11: Val Polcevera DOC Bianchetta Genovese 2006 – Andrea Bruzzone Vini

Pubblicato da Luca Risso il 17/10/2007 in Degustazioni di vino

focaccia_cipolle.jpg

Se mi domando qual’è il prodotto gastronomico che maggiormente mi lega geneticamente alla mia città, non ho nessun dubbio a rispondere: è la focaccia.
Focacce e farinate, declinate in decine di versioni e varianti, sono il nostro inprinting genovese, la nostra memoria atavica un po’ proletaria di prodotti semplici, al limite poveri, ma sublimi in quanto riportano i nostri sensi a profumi e sapori basilari: la farina, l’olio e il sale.

Leggere il resto dell’articolo

Link ai nostri blog preferiti e articoli recenti

Blog sul Vino


Blog di cucina